venerdì 13 luglio 2012

Un esercito di sorrisi


Sdraiata sul pavimento del suo rifugio in soffitta, la bambina sente il cuore battere nello stomaco e un vago intorpidimento del braccio, ma non vuole smettere.
Davanti a lei, fogli e ritagli,  matite e penne, trucioli di gomma, pennarelli e forbici.
Un tesoro a portata di braccio, un ricciolo ostinato davanti agli occhi da soffiare via con uno sbuffo.
Di tanto in tanto, le fughe delle piastrelle le confondono le idee, un raggio di sole illumina arabeschi di pulviscolo e preziose ragnatele.
La bambina disegna donne felici, sicure e disinvolte in vestiti audaci,  scollature vertiginose, ricami impalpabili, racemi sinuosi.
In un mondo fatto di madri rassegnate e dimesse, parrucchiere una volta all’anno, niente trucco, scarpe basse, la bambina sogna donne libere, appagate, sorridenti, amate.
Trai pezzi di carta messi da parte per accendere il fuoco nei mesi invernali, la bambina trova un catalogo Postalmarket, pagine e pagine di donne colorate e sorridenti.
Dopo giorni di riflessione, la bambina si mette a ritagliare le più belle, rammaricandosi di doverne sacrificare qualcuna.
Incolla le sue nuove bambole sul cartoncino spesso delle confezioni di pasta e ritaglia ancora le sagome in modo che possano stare in piedi da sole, disegna vestiti e ritaglia anche quelli lasciando le linguette che consentiranno i cambi d’abito.
Circondata da un esercito di amazzoni la bambina si sente protetta, nessuno può più tirarla su di peso per picchiarla, nessuno più le può urlare contro. Un esercito di sorrisi colorati.
Scarpe maschili fanno irruzione, sporcano fogli, frantumano matite, calpestano sorrisi.
Voci livide e mani grosse che afferrano il suo cuore in gola.

La bambina adesso è cresciuta e non riesce a disegnare figure maschili.
Non si trucca e non porta biancheria di pizzo.
Ma ha ancora un catalogo da ritagliare.


4 commenti:

  1. Tutto si ferma, tutto è gelo. Parole come macigni. La donna che è diventata quella bambina è splendida anche con la biancheria di cotone.
    Raffaella

    RispondiElimina

grazie per avermi letto
mi spiace perchè, a causa della maleducazione di qualcuno, ho dovuto fare in modo che non si possa commentare in modo anonimo e che il tuo commento possa apparire solo dopo la moderazione.
perdonami e grazie ancora per la pazienza!
Adelia