mercoledì 14 novembre 2012

Anime salve. Aspetta chi ha aspettato..


Chi mi segue sa che sono una mamma di 11 bambine mai nate
Una poliabortiva sine causa, per dirla coi dottori.

In questo momento molte amiche, blogger e non, aspettano un bambino o sono in attesa di sapere se la sofferenza che hanno affrontato si trasformerà in gioia, finalmente.


Tutti esprimono un parere
tutti dispensano consigli
tutti possiedono aneddoti
e stringono la verità in mano.

Purtroppo non siamo scienza esatta.

Non sono qui per illudervi o rincuorarvi, ma solo per dirvi: tappatevi le orecchie, lasciate stare, ringraziate con un sorriso, evitate discorsi. 

Riprendetevi la vostra vita ed il vostro tempo.

Delle mie 11 gravidanze nessuna è stata uguale all’altra.
Ho sempre avuto delle beta bellissime, questo si. Ma a cosa è servito?

Per il resto..

Ho avuto gravidanze in cui ho vomitato anche il midollo, fin dal primo giorno. Sono arrivata al punto di bere acqua per poter avere qualcosa da vomitare.
Ho avuto gravidanze senza una nausea.

Ho avuto gravidanze con doloretti da rosse che mi facevano correre in bagno a controllare ogni 5 minuti.
Ho avuto gravidanze senza alcun doloretto.

Ho avuto perdite di sangue e la gravidanza è proseguita per qualche mese.
Nessuna perdita di sangue ma mia figlia non c'era più.

Nel 2007, appena rimasta incinta, ho iniziato a starnutire ma non una, mille volte di seguito, per giorni interi. Mi si è chiuso il naso, le mucose erano gonfie, non c’era muco e non c’erano farmaci che me lo stappassero. È rimasto così per un anno intero, anche dopo l’aborto. Poi una mattina mi sono svegliata ed ho scoperto che riuscivo a respirare dal naso, ormai avevo la bocca e la gola talmente screpolata da non riuscire ad ingoiare.

Un fedele compagno di tutte le mie gravidanze è il mal di denti, precisamente infiammazione del trigemino. Una vera gioia. Non puoi prendere farmaci ( o, meglio, non prendo mai e men che meno se penso di essere incinta ) e il dentista mi ha devitalizzato un dente SANO senza anestesia..

Siamo talmente diversi addirittura da noi stessi che non è possibile paragonare, confrontarsi, raggiungere certezze con chi è altro da noi.

Solo il tempo può dirci se siamo incinte, se ce la faremo a guardare i nostri figli negli occhi, se…

E il tempo fa ciò che vuole, si restringe e si dilata, si ferma e diventa verticale, se vuole, come ha scritto la mia amata Clara nel suo post.


Auguro a tutte voi

Ogni bene possibile
E anche quello impossibile.





14 commenti:

  1. Leggo con piacere queste tue parole delicate... E ti vorrei abbracciare. E con te tutte le nostre amiche in attesa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao panzerotta :o)
      manca poco eh..?!

      Elimina
    2. 10 giorni!!!!!!!! Vorrei scrivere un post a riguardo ma non trovo le parole... Magari pubblichero' qualche immagine della panzerotta!

      Elimina
    3. sisi voglio vedereeeeeeeeeee

      Elimina
  2. sai quanto sono sospesa.
    Prima di iniziare la pma, pensavo che era più difficile affrontare tutti gli aborti che ho avuto e che potevo avere la forza per affrontarla.
    Poi l'ho fatta, ed è stato difficile. Col cavolo! mi sono detta! è difficilissima 'sta cavolo di pma! Poi sono rimasta incinta.
    Domani è un mese esatto che ho fatto il pick up ed io da 15 gg combatto con il dubbio che il mio bambino sia rimasto con me, combatto con perdite, dolori che non mi fanno alzare nemmeno per andare in bagno, paura, oh quanta paura, medicine, punture, e ancora dolori, e beta che crescono ma male, e lo spettro di un'altra geu.
    Mi dico che no, ora che lo so cosa significa, un aborto è quanto di più doloroso e difficile una donna possa affrontare.
    E ho tanta paura, tanta tanta.
    Di vedere il vuoto nel mio utero domani e di non dover affrontare di nuovo il dopo, quel dopo che ormai conosco bene e che fa parte di me.

    grazie per la condivisione del tuo dolore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annina
      questo post è anche e soprattutto per te.
      troppe parole
      troppi consigli
      e il tempo che sembra non passare mai
      e noi che ci torturiamo alla ricerca di risposte
      che nessuno ha

      solo il tempo.

      domani, come ti ho scritto, sarò fuori per lavoro.
      ma ti penso, e ti tengo la mano.

      non per alleviare il tuo dolore
      ma per condividere la tua gioia!

      Adelia

      Elimina
    2. Annina nostra, ti resto accanto anche io e prego per voi.

      Elimina
  3. Tu sei un animo nobile delicato e io ti ringrazio dal profondo del mio cuore per queste tue parole e per aver condiviso il tuo dolore con noi, ma con parole di speranza e forza. Mi lascio cullare dalle tue braccia calde e accoglienti......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono serena, si.
      ho il mio tempo.

      vi cullo tutte

      Adelia

      Elimina
  4. Questo dolore, a tratti pungente a tratti sommesso quasi inesistente, mi ha insegnato proprio questo: il Tempo, la pelle del Tempo. Già l'India mi aveva insegnato tante volte questo sacro insegnamento, ma spesso nella velocità tecno della mia vita occidentale, nelle aspettative così sonore e urlate me le sono dimenticate.
    Dopo quasi due anni, dopo 3 fivet con beta negative, sono tornata al punto di partenza (domani sarà di nuovo il punto di partenza) con una nuova consapevolezza: il tempo è verticale.
    Tu, mi hai insegnato tanto, e mi insegni tanto.
    Anna e Nina sono nei miei pensieri più luminose, entrambe si meritano la vittoria. Sì, la vittoria perché la pma è come il gioco dell'oca, almeno per me.

    E un abbraccio alla panzerotta Silvia :-) Attendiamo il tuo post pancioso.

    Vi penso forte, tutte.

    RispondiElimina
  5. Quando incontro tante donne belle tutte insieme non posso che dire "grazie". A tutte, una per una con la sua magia... Grazie.

    RispondiElimina
  6. Ade, il dolore è sempre forte, presente. Tu sei una roccia e io vorrei tanto imparare da te..
    Un abbraccio a tutte e 12..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io dolore non passa
      mai.
      ci si convive.

      so che è difficile, ma occorre farsi forza ed imparare a rispettarsi.
      non so come spiegarmi...

      torturarsi continuamente
      cercare paragoni
      che ci possano illudere
      o deludere
      peggiora la paura
      che ci portiamo dentro
      ad ogni nuova gravidanza.

      l'ho fatto io per prima, e non mi ha aiutato.

      solo questo volevo dire
      ne sentivo il bisogno
      non per insegnare
      che nulla si insegna
      men che meno la pazienza

      ti abbracciamo anche noi tutte

      Adelia

      Elimina

grazie per avermi letto
mi spiace perchè, a causa della maleducazione di qualcuno, ho dovuto fare in modo che non si possa commentare in modo anonimo e che il tuo commento possa apparire solo dopo la moderazione.
perdonami e grazie ancora per la pazienza!
Adelia