martedì 6 agosto 2013

Alda Merini.

Mi capita spesso di rileggere ciò che ho amato davvero, che ho sentito mio
intimamente
dolorosamente
ferita che non guarisce perchè non voglio  dimenticare.

"L’uomo non è nato per soffrire, ma è nato per la felicità.
Io sono passata attraverso il tunnel del dolore che in realtà è stata per me una considerazione di ciò che può essere la vita, di ciò che può farti la vita ma anche di quello che noi possiamo fare alla vita.
Perché possiamo essere anche noi stessi a mortificarla e a renderla brutta."

----------- 

"Quanto vuoto fanno i medici per avere in mano il cuore del paziente, ma non è preservandolo dal dolore che lo si guarisce.
A volte questo è solo un pretesto per ucciderlo.
Perché se l’uomo non sente il dolore non sente né la musica, né la poesia, né la vita e neanche la morte."

                                                              Alda Merini - A briglia sciolta

5 commenti:

  1. È vero quello che dici e quello che lei ha scritto.
    Ma non è da tutti riconoscerlo e dirlo neanche quando lo si vive.
    Sei un tesoro, ma questo lo sai già.

    RispondiElimina
  2. Adoro i suoi scritti. Ricordo ancora una sua intervista. Il suo racconto mi prese l'anima

    RispondiElimina
  3. Lei è' meravigliosa.
    Raffaella

    RispondiElimina
  4. Quanto è vero che non ci si può sempre nascondere dal dolore.
    Nemmeno io sono portata a dimenticare, guardare avanti non implica dimenticare.

    RispondiElimina

grazie per avermi letto
mi spiace perchè, a causa della maleducazione di qualcuno, ho dovuto fare in modo che non si possa commentare in modo anonimo e che il tuo commento possa apparire solo dopo la moderazione.
perdonami e grazie ancora per la pazienza!
Adelia