Le mie radici

Faisal Taher - Cantodiscanto

Un bellissimo esperimento. Un canto arabo tradizionale ed una tarantella antica che si fondono insieme in perfetta armonia di suoni e nostalgie. Se volete ascoltarla questo è il link

http://www.magazzini-sonori.it/freezone/cantodiscanto/baladi-tarantella-gargano.aspx 

Baladi kanat maliani bi azhar
Haracuha o katao el ashgiar
Baladi en adat shukran lale hagiar
El hamaluha bi idehom wladi saghar
La bud a udi à ardi el giudud
A kulli hara udar
Raghmi el giuhudi raghmi el sudud
Màna mafatiih el dar
Baladi kanat maliani bi azhar
Mal ha thaman malha assàr


Comme dee fari pì amà ‘sta donni
di rose dee fari nu bellu ciardini
‘ntorni di pi’ntorni lei annammurari
di prete priziosi e ori fini
‘mmezzo nce la cavo ‘na brava funtani
‘ncoppo ‘nce lu metto n’auciello a cantari
cantava e repusava bella dicevi
pì voi so addiventato n’auciello
pe’ fareme nu suonno accanto a vui bella Madonna
me n’ha fatto annammurà la cammenatura e lu parlà

Traduzione dall'arabo:
Il mio Paese era pieno di fiori ed alberi
che qualcuno ha calpestato, tagliato e bruciato
Se il mio paese un giorno diventerà libero sarà
grazie alle pietre che hanno raccolto dei piccoli bambini
il mio Paese e i suoi sassi non hanno prezzo
Nonostante l’oppressione e le barriere
e i muri innalzati
un giorno ritorneremo in ogni quartiere
e in ogni casa
perché la chiave la conserviamo ancora


Lina Sastri - Li chiamarono briganti...


Giovanni Lindo Ferretti - Ginevra de Marco ... Ederlezi

http://www.youtube.com/watch?v=k4ryPa-YJ70 

Velvet Underground by Nico  ... I'll be your mirror